Con il crescente perfezionamento della grafica computerizzata, è oggi possibile ottenere una perfetta resa di un semplice oggetto o di una complessa architettura progettata. Nella fase di progettazione, il Rendering 3D è il primo importante stadio che fornisce la forma  finale al modello e all’animazione, sviluppando minuziosamente aspetti che con un semplice disegno 2D potrebbero passare inosservati o addirittura sottovalutati, come ad esempio:

attenuazione, dispersione o deviazione di luce, aria in un passaggio, irregolarità nella forma della superficie, impatto nell’ambiente in cui l’oggetto o impianto verrà introdotto, simulazione della riflessione di un materiale, ecc.

Inoltre, ancor prima della fase di progettazione logico-funzionale, il Rendering 3D può aiutare allo studio di fattibilità, ovvero di  realizzabilità di un progetto commissionato in termini di costi e metodologie/tecniche necessarie per soddisfare le specifiche richieste dal Committente.

Come scrisse W.Goethe, “il dubbio cresce con la conoscenza” e farsi venire un dubbio prima della messa in opera di un progetto può evitare importanti conseguenze e perdite in fase di utilizzazione; il Rendering 3D è un ottimo strumento conoscitivo!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *